Molise, firmato accordo regionale relativo alla campagna vaccinale anti-influenzale 2023-2024

  • 30 Ottobre 2023
  • 0
  • 75 Visite

Molise, firmato accordo regionale relativo alla campagna vaccinale anti-influenzale 2023-2024

La soddisfazione di F.M.T. (Federazione Medici Territoriali)

 

27 ottobre – I medici di Medicina Generale di F.M.T. (Federazione Medici Territoriali) esprimono soddisfazione per la sottoscrizione, in un clima di proficua collaborazione, dell’accordo regionale relativo alla campagna vaccinale anti-influenzale 2023-2024. L’accordo è stato siglato alla presenza della Struttura commissariale, della Direzione della salute e della rappresentanza dell’Asrem in un contesto di piena collaborazione e palesando un cambio di marcia nell’at- tenzione alla medicina territoriale .

 

“Il nostro sindacato – spiega Ernesto La Vecchia, Segretario Regionale Federazione Medici Territoriali F.M.T. (già F.I.S.M.U) – e i medici di medicina generale hanno sempre ritenuto di estrema importanza che la somministrazione dei vaccini venga effettuata dal medico di famiglia e ciò per due ordini di motivi: la distribuzione capillare degli studi dei medici di medicina generale su tutto il territorio aziendale e l’opportunità di raggiungere al proprio domicilio tutti quei pazienti che non deambulano o sono gravemente ammalati”.  “Ciò non esclude l’opportunità – aggiunge – ove realizzabile, l’ausilio dei farmacisti nell’ampliare la capillarità sul territorio”.

 

“La campagna vaccinale – continua La Vecchia – contro l’influenza stagionale è raccomandata soprattutto alle categorie a rischio, come anziani, ultrasessantacinquenni e soggetti portatori di patologie croniche, ma anche per le categorie sensibili quali, ad esempio, i familiari di soggetti fragili o immunodepressi. L’obiettivo è quello di raggiungere una copertura vaccinale di almeno il 75% della popolazione eleggibile”.

 

“Non bisogna, inoltre, dimenticare – sottolinea il Segretario FMT – che l’influenza e la polmonite sono classificate tra le prime dieci principali cause di morte in Italia, e per tali ragioni si rende necessaria un’operazione volta a sensibilizzare i cittadini”.

 

“Dalla prossima settimana – conclude La Vecchia – saremo pronti a dare inizio alle vaccinazioni. Se il buongiorno si vede dal mattino, la collaborazione con la nuova governance della sanità molisana potrà affrontare le problematiche del ‘bene salute’ per i molisani”.