Sicilia, il PNNR è una grande opportunità per modernizzare la sanità ma no a sprechi e a “cattedrali nel deserto”

  • 8 Aprile 2022
  • 0
  • 126 Visite

Sicilia, il PNNR è una grande opportunità per modernizzare la sanità ma no a sprechi e a “cattedrali nel deserto”

A Catania domani (h 9.00) Convegno con le istituzioni politiche, organizzato dalla Federazione Italiana Sindacale Medici Uniti

8 aprile – IL PNRR è una grande occasione che non deve essere persa con investimenti sbagliati e che non può essere inficiata dagli sprechi e le storture dell’attuale sistema sanitario regionale, a partire dal “caso” di alcuni punti nascita e  piccoli ospedali. Per discutere di tutto ciò con le istituzioni politiche, domani si terrà a Catania (dalle 9, all’hotel NH di Piazza Trento) un Convegno Regionale (di seguito il programma) organizzato da Federazione Italiana Sindacale Medici Uniti-Fismu, uno dei più rappresentativi sindacati dei medici del territorio (specialisti ambulatoriali, di famiglia, del 118, guardia medica e pediatri) e degli ospedalieri.

Saranno presenti Ruggero Razza, Assessore regionale alla Salute, Antonio Scavone, Assessore regionale alla Famiglia, Margherita La Rocca Ruvolo, Presidente VI Commissione Sanità ARS, Roberto Bonaccorsi, Vice Sindaco di Catania, Maurizio Lanza, Direttore Generale Asp Catania, Ignazio La Mantia, Presidente Ordine dei Medici di Catania, Gaetano Mancini, Presidente Confcooperative, Calogero Guccio, Professore ordinario Scienza delle Finanze-Università di Catania e Associate editor International Journal of Public Healt.

Fismu ricorda che importanti risorse economiche saranno investite a partire dai prossimi mesi e nei prossimi anni per riorganizzare le cure primarie e l’offerta di servizi del sottosistema sociosanitario, anello cronicamente debole del Servizio sanitario nazionale. È una occasione che l’Italia, il mezzogiorno, maggiore destinatario degli investimenti, e la Sicilia non possono permettersi di sottovalutare. È necessario però che  gli investimenti in conto capitale (una tantum, vedi case della Comunità) siano accompagnati e seguiti da urgenti riforme per evitare di costruire quelle che giornalisticamente, in questi anni, sono state definite “cattedrali nel deserto”. Questo Convegno è stato promosso perché si apra un diffuso dibattito che coinvolga tutti gli attori istituzionali del sistema: le aziende sanitarie territoriali, i sindaci, i distretti sociosanitari, il mondo della cooperazione e il terzo settore, quello sindacale e la politica!

Ufficio Stampa:

Marco Miccichè

+393334108435

 

Maurizio Ciadamidaro

+393284170177

Di seguito il programma

Catania – sabato 9 aprile

NH Hotel – Piazza Trento

Ore 09,00

Apertura dei lavori:

Marco Miccichè – Giornalista – addetto stampa Fismu

Paolo Carollo – Segretario Regionale FISMU

Cosimo Trovato – Coordinatore Provinciale FISMU

Ore 09,30

Saluto delle Autorità:

Ignazio La Mantia – Presidente Ordine dei Medici di Catania

Roberto Bonaccorsi – Vice Sindaco di Catania

Maurizio Lanza – Direttore Generale Asp Catania

Ore 10,00

Relazioni introduttive:

Il PNRR  occasione per la rimodulazione della rete Ospedaliera  

Stanislao Bentivegna- Vicesegretario nazionale FISMU

Ore 10,20

La riorganizzazione  e  il rilancio  del territorio in Sicilia

Marco Alise – Responsabile nazionale Giovani Medici FISMU

ore 10,40

L’emergenza sanitaria è…una emergenza!

Emanuele Cosentino – Resp. nazionale FISMU emergenza e 118

Ore 11,00: pausa caffè

Ore 11,30

Tavola Rotonda

Moderatore:

Guglielmo Troina – Giornalista Rai

Intervengono:

Ruggero Razza- Assessore regionale alla Salute

Antonio Scavone – Assessore regionale alla Famiglia

Margherita La Rocca Ruvolo – Presidente VI Commissione Sanità ARS

Gaetano Mancini – Presidente Confcooperative 

Calogero Guccio –Professore ordinario Scienza delle Finanze-Università di Catania Associate editor International Journal of Public Healt

Salvo Calì- Presidente centro studi e ricerche sanitarie Giulio A. Maccacaro

Ore 13,30  Chiusura dei lavori